Il tema del dimagrimento è molto sentito, oggi come oggi.

Sempre più persone, attente alla forma fisica ed al proprio benessere, vorrebbero perdere peso: ma non è scontato e neppure semplice trovare la dieta che faccia per sé.

La cosa migliore da fare, quindi, è quella di conoscere bene il tipo di dieta che si vorrebbe intraprendere, in modo da sapere quali siano i suoi limiti e le sue possibilità.

La dieta Plank è un regime alimentare che è nato in Germania

Prende il nome dal fisico tedesco Marx Plank, ma non fu lui ad idearla.

Questa dieta si basa su un regime alimentare sbilanciato ed iperproteico e consente, in genere, di perdere almeno nove kg in due settimane, e di mantenere il peso raggiunto grazie ad un mutamento del metabolismo.

Sembra interessante, non è vero?

La prima domanda che può sorgere spontanea è:
ma la dieta Plank funziona davvero?

Questo regime dietetico circola su internet da diversi anni, e buona parte degli utenti che l’ha provata dice di essere soddisfatto e di essere riuscito a perdere dai 6 ai 9 kg in due settimane, in base anche all’attenzione con la quale viene seguita la tabella.

Entriamo ora nel merito.

Questa dieta è “aggressiva”, in quanto mira a far perdere molti kg in poco tempo; si basa principalmente sull’assunzione di proteine.

Gli zuccheri, i grassi, le fibre ed i carboidrati, così come l’alcol, sono sostanzialmente eliminati dalla dieta, che si concentra prevalentemente sulle proteine animali.

Vediamo adesso qual è il menù ufficiale della dieta Plank.

Si parte il primo giorno con colazione con caffè (non zuccherato). A pranzo uova sode e spinaci, a cena una grande bistecca con insalata.

Il secondo giorno, invece, a colazione col caffè non zuccherato mangiate anche del pane. A pranzo bistecca, insalata, frutta. A cena prosciutto cotto a volontà.

Il terzo giorno, colazione sempre identica, a pranzo due uova sode con insalata e pomodori, a cena prosciutto cotto ed insalata.

Quarto giorno caffè nero e pane per colazione, a pranzo un uovo, con carote e formaggio svizzero, ed a cena frutta e yogurt.

Quinto giorno a colazione carote, caffè nero, limone. A pranzo pesce al vapore con pomodori.

A cena bistecca ed insalata.
Il sesto giorno, colazione caffè nero e pane, a pranzo pollo grigliato, a cena due uova sode con carote.

Infine, arriviamo al settimo giorno a colazione tè con limone, a pranzo bistecca con frutta, e a cena quello che si desidera.

Woman holding measuring tape

Vi sembra una dieta molto particolare?

Una volta conclusa la prima settimana, dovrete ripetere questo menù in maniera assolutamente fedele anche la seconda settimana.

Dopo di che, si può tornare a mangiare rispettando alcuni parametri.

Secondo chi ha creato e sperimentato questa dieta, dopo due settimane si hanno persi dai 6 ai 9 kg.

Questa dieta ha un contenuto di colesterolo molto alto; come si sa, il colesterolo LDL è associato a malattie cardiovascolari e ictus.

Questa dieta, quindi, è sconsigliata per chi abbia già livelli di colesterolo LDL nel sangue alti.

Questa dieta non è consigliata a chi soffre di diabete, e neppure a cardiopatici, o persone con pressione alta, o alle donne in gravidanza.

Ricordiamo che prima di intraprendere ogni tipo di dieta si dovrebbe sentire il parare del medico.

Ma come riuscire a mantenere effettivamente il peso raggiunto anche dopo aver terminato la dieta?

Ve lo spieghiamo qui.

Il modo migliore per poter mantenere il peso è quello di non tornare a mangiare come prima di aver iniziato la dieta Plank.

Meglio iniziare a praticare attività fisica tutti i giorni: non serve troppo impegno, mezz’ora al giorno è sufficiente.

Bisogna idratarsi correttamente, aumentare il consumo di verdura e di frutta, e reintrodurre i carboidrati (pane e pasta, soprattutto) ma in piccole dosi.

Badate di eliminare totalmente il cibo spazzatura dalla vostra alimentazione.

Nel consumo di proteine, dovete preferire le carni bianche ed il pesce piuttosto che le carni rosse ed i latticini.

Infine, un consiglio estetico: usate le creme idratanti ed elasticizzanti per evitare che la perdita repentina di peso possa causare smagliature.

Molte persone, prima di intraprendere una dieta così aggressiva, si chiedono se essa potrà causare loro problemi di salute, e se ne valga effettivamente la pena.
Come si legge in questa risposta di un medico nutrizionista ad una paziente, la dieta Plank permette di perdere kg in quanto si perde la maggior parte dei liquidi, che però è facile riacquistare cominciando, dopo la dieta, ad alimentarsi come si è sempre fatto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here