L’aceto di mele è un ottimo rimedio naturale per la perdita di peso ed il dimagrimento.

Noto sin dall’antichità per le sue proprietà benefiche, l’aceto di mele è un aiuto naturale e sano, alla portata di tutti, utile a dimagrire in modo semplice ed equilibrato, senza far ricorso ad integratori esterni e sostanze stimolanti o dimagranti.

COSA CONTIENE L’ACETO DI MELE?

Derivato dalla fermentazione del sidro o del mosto di mele, l’aceto di mele contiene numerose sostanze nutritive benefiche, che stimolano il metabolismo e favoriscono la perdita di peso: la pectina, l’acido malico, l’acido acetico, vitamine (A, B1, B2, B6, C, E), oltre a molti sali minerali benefici per l’organismo, come potassio, manganese, sodio, fosforo, ferro, rame, zinco, calcio e magnesio.

In particolare, la pectina favorisce l’attività intestinale; l’acido malico è un forte antiossidante; lacido acetico è un potente antimicrobico, come dimostrato da studi scientifici

IN CHE MODO L’ACETO DI MELE INFLUISCE SULLA PERDITA DI PESO?

Numerosi studi sono stati condotti sulle proprietà dell’aceto di mele e diverse sono le spiegazioni sinora date ai suoi effetti sul dimagrimento.

Si ritiene che le sostanze nutritive presenti all’ interno dell’aceto di mele influiscano su tre principali aspetti: la regolazione della glicemia; l’inibizione dei geni predisposti all’accumulo di grasso; la stimolazione del metabolismo.

La regolazione della glicemia dipende dall’acido acetico, il quale inibisce il rilascio di glucosio nel sangue e, conseguentemente, aumenta la sensibilità alla produzione di insulina, ormone che, in quantità eccessive, è responsabile dell’accumulo dei grassi nel corpo.

E’ stato stimato che in caso di assunzione di pasti ad alto contenuto di carboidrati, l’aceto di mele migliora tra il 19% ed il 34% la sensibilità all’insulina

Inoltre, è ancora l’acido acetico l’elemento inibitore dei geni che favoriscono l’accumulo di lipidi.

Un ulteriore effetto dell’acido acetico è la stimolazione del metabolismo: attaccando le membrane dei grassi, l’acido acetico ne favorisce l’ossidazione e la conseguente eliminazione.

Infine, l’aceto di mele contribuisce ad aumentare il senso di sazietà, inducendo così ad un maggiore controllo del cibo assunto, riducendo l’apporto di calorie giornaliero.

COME ASSUMERE L’ACETO DI MELE?

L’aceto di mele è disponibile in capsule e compresse, ma è preferibile, se possibile, consumarlo in forma liquida.

Laceto di mele liquido, infatti, contiene la madre dell’aceto, cioè l’insieme dei batteri derivanti dalla fermentazione responsabili degli effetti benefici sopraesposti.

è preferibile assumere l’aceto di mele in piccole dosi durante i pasti.

Ad esempio, è stato dimostrato che 2 cucchiai di aceto di mele prima di andare a dormire contribuiscono del 4% alla riduzione dei livelli di glucosio nel sangue.

CI SONO DELLE CONTROINDICAZIONI?

L’assunzione eccessiva di aceto di mele può avere delle controindicazioni.

In particolare, possono registrarsi:

  • danni all’esofago ed alle aree digestive;
  • erosione dello smalto dei denti;
  • riduzione dei livelli di potassio nel sangue ed abbassamento della densità minerale ossea.

Il consumo di aceto di mele è, pertanto, sconsigliato per chi ha problemi osteoporosi e per chi assume farmaci per il controllo del diabete e della pressione sanguigna.

E’ necessario ricordare, inoltre, che, benché utile alla perdita di peso, l’assunzione di aceto di mele non sostituisce una dieta equilibrata, approvata da un dietologo/nutrizionista professionista, ed uno stile di vita sano.

Infine, è importante avere cura di assumere aceto di mele di ottima qualità, preferibilmente proveniente da agricoltura biologica.

La presenza di possibili pesticidi sulle bucce delle mele adoperate per la produzione dell’aceto può, infatti, essere dannosa per l’organismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here