fermenti lattici benefici

Fermenti lattici: di cosa si tratta?

Al giorno d’oggi sempre più spesso si sente parlare dei fermenti lattici e dei loro benefici sull’organismo umano. Una cosa che però non tutti conoscono è che i tanto temuti batteri sono presenti anche all’interno del corpo umano.

Questi sono nell’intestino e favoriscono un corretto metabolismo e soprattutto l’espulsione di sostanze di scarto nella maniera migliore possibile. Il nome di questi fermenti lattici è legato al tipo di molecola che si ottiene dal loro metabolismo: infatti si hanno buone quantità di acido lattico.

Proprio questo tipo di batteri probiotici sono di grande utilità per la funzionalità dell’intestino e per garantire un equilibrio della flora intestinale, ovvero di tutti quei batteri che si trovano nell’uomo.

La funzione importante di questi probiotici è legata alla normale attività dei batteri intestinali: essi infatti sono alla base della produzione fisiologica di enzimi, componenti del sistema immunitario, vitamine ed altre sostanze utili.

Si può perciò dire che i fermenti lattici sono diventati ormai alimenti di largo consumo ma anche di grande utilità.

Come agiscono i fermenti lattici nell’organismo umano

La flora batterica intestinale è una componente fondamentale del metabolismo umano. Infatti bisogna ricordare che essi si trovano all’interno del colon, ovvero il tratto finale dell’intestino.

fermenti lattici nell'intestinoQui svolgono svariate funzioni importanti: a partire da processi di fermentazione fino ad arrivare alla completa digestione di alcune molecole. Va ricordato anche che la flora intestinale batterica è alla base della produzione di molecole molto importanti per quanto concerne la normale struttura ossea e la coagulazione del sangue come biotina e vitamina K.

Senza dimenticare che per via dei processi di fermentazione cui partecipano essi causano una notevole formazione di gas nell’intestino. I fermenti lattici in condizioni come queste riescono ad arrivare vivi fino all’intestino dove andranno ad ad agire assieme agli enterociti, ovvero le cellule di quel tratto.

Qui i fermenti lattici riescono efficacemente a bloccare la crescita e proliferazione di quei batteri patogeni che potrebbero causare importanti problemi di salute. L’azione è risolutiva poiché bloccano il nutrimento di questi batteri oltre a produrre delle sostanze che ne impediscono la crescita.

I benefici principali dei fermenti lattici

Se molte persone attualmente utilizzano così frequentemente i fermenti lattici sicuramente i motivi sono diversi. Dando un occhio anche ai test e gli studi effettuati di recente, si può notare come essi siano un ottimo contributo alle funzioni dell’organismo.

A partire dai casi di diarrea o di costipazione che sono situazioni che vanno ad alterare anche in maniera grave la flora intestinale. Bisogna anche tenere in considerazione che i fermenti lattici vengono molto utilizzati in caso di infezioni ed infiammazioni, anche di un certo livello.

Questo soprattutto vale nel momento in cui si utilizzano farmaci che possono avere un’azione lesiva nei confronti della flora intestinale. Basti pensare, ad esempio, agli antibiotici che hanno un’azione notevole sulla flora batterica dell’intestino che viene decimata.

Ecco perché è bene associare al termine della terapia antibiotica un corretto apporto di fermenti lattici. In situazioni di infiammazioni di un certo livello l’uso di probiotici è indicato in quanto va ad avere un’azione protettiva che perciò eviterà lo sviluppo di pericolose patologie che potrebbero avere un decorso complesso.

Quali sono i fermenti lattici migliori?

Ma vista l’ampia scelta di fermenti lattici che oggi una persona può trovare in farmacia, è bene sottolineare che ci sono alcune specie che sono particolarmente indicate.

Alcuni studi recenti hanno appurato infatti che i fermenti specie-specifici sono quelli migliori. Infatti se fino a qualche tempo fa si preferiva usare probiotici estratti dall’intestino di bovini ed ovini, oggi si è visto che quelli umani hanno un’azione nettamente migliore.

fermenti lattici i migliori

Questo per via di diver20si motivi, a partire dalla resistenza ai succhi acidi dello stomaco. In particolare, le due famiglie principali che sono state isolate e che attualmente vengono scelte nelle formulazioni di maggior successo sono quelli della famiglia Lactobacillus e i Bifidobatteri.

I primi sono particolarmente indicati quando si creano disordini legati a problemi di fermentazione. Ecco perché sono ottimi soprattutto per favorire la corretta motilità intestinale, ad esempio, o anche per neutralizzare l’eccessiva aria.

Mentre i Bifidobatteri sono i migliori per coloro che hanno problemi legati ad alterazioni importanti della flora. Ecco perché sono consigliati soprattutto nel caso in cui bisogna purificare l’intestino da trattamenti a base di antibiotici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here