La Legge di Attrazione è una delle più antiche e potenti leggi che governano l’Universo e influenza tutto ciò che si manifesta nella nostra vita; prenderne coscienza e imparare ad utilizzarla è indispensabile per cominciare a vivere la propria vita in maniera consapevole.

Che cos’è la Legge di Attrazione

Secondo la Legge di Attrazione, in virtù del principio “i pensieri diventano cose“, ciascuno crea la propria realtà attraverso i pensieri; niente, dunque, accade per caso, ma siamo sempre noi ad attrarlo attraverso il potere della mente.
È come se fossimo dei magneti che attirano a sé l’essenza dei propri pensieri: ecco perché chi parla sempre di malattie è malato e chi parla di denaro è ricco.
Nel momento in cui si pensa intensamente a qualcosa, la si invita nella propria esistenza; per la Legge dell’Attrazione i “No” non esistono.

Quando affermiamo di non volere una cosa, di fatto la stiamo invitando nella vostra vita, e anche se ci vogliono davvero tanti pensieri negativi per attirare situazioni indesiderate, se si persiste a lungo, compariranno nella vostra vita.

La forza magnetica dei pensieri

pensieri-magnetici

I pensieri possiedono delle frequenze; quando ci concentriamo su determinati pensieri, emettiamo delle frequenze che vengono inviate nell’Universo e attraggono tutto ciò che si crescitrova sulla stessa frequenza.
Quindi, se vogliamo cambiare qualcosa nella nostra vita, non dobbiamo fare altro che sintonizzarci su di un’altra frequenza, mutando pensieri. Per controllare i pensieri, è sufficiente monitorare il proprio stato d’animo.
Un principio fondamentale della Legge di Attrazione recita che “si attira ciò che è simile a sé“; da ciò ne deriva che un pensiero negativo attira altri pensieri simili, creando una spirale negativa che prima o poi si materializzerà nella vostra vita. Allo stesso modo succede per i pensieri positivi.

Come avviene il processo creativo

Il processo creativo si divide in tre fasi: chiedere, credere, ricevere.

1. Chiedere.

La prima fase consiste nel chiedere all’Universo quello che si desidera.

Si tratta di un momento importante che permette di chiarire le idee su ciò che realmente si vuole; se non si hanno le idee chiare, infatti, si invierà un messaggio incoerente che darà risultati insoddisfacenti. L’unico limite posto ai nostri desideri è che non possono interagire con il libero arbitrio altrui. E proprio come quando si effettua un ordine, basta chiedere una sola volta.

2. Credere.

Il passo successivo richiede piena fiducia nella Legge di Attrazione e comporta di agire come se avessimo già ricevuto quanto richiesto; in questo modo emetteremo la frequenza corrispondente a tale condizione e la Legge risponderà attirando le persone o le circostanze desiderate.

3. Ricevere.

L’ultimo passo riguarda la sfera emozionale e consiste nell’immaginare come ci sentiremo quando avremo ottenuto ciò che abbiamo chiesto. Non basta crederlo a livello intellettuale, ma è indispensabile sentirlo a livello emotivo. Non possiamo attrarre la casa dei nostri sogni, l’uomo o la donna ideale, un corpo perfetto, ecc. se non ci sentiamo bene al riguardo.

Il potere della gratitudine

Un elemento imprescindibile della Legge di Attrazione è la gratitudine.

Il sentimento della riconoscenza può rendere le relazioni piene di gioia, migliorare lo stato di salute, renderci più abbienti e permetterci di realizzare ogni desiderio.
Solo ringraziando ogni giorno per quello che già si possiede, anche per le cose apparentemente più insignificanti, si otterranno altre buone cose.

La gratitudine è magnetica e quanto più la si pratica, più abbondanza si attirerà; è un sentimento e bisogna quindi sentirlo il più possibile per accelerare l’ingresso di ciò che si vuole nella propria esistenza.
Quando invece non si prova gratitudine ma risentimento e insoddisfazione per la propria vita, le cose possono solo peggiorare. Questo perché ci si concentra maggiomente sulla mancanza di qualcosa, e poiché “simile attrae simile”, si stanno richiamando esperienze simili.

La visualizzazione creativa

attrarre-a-se-la-ricchezzaLa visualizzazione creativa è una pratica che consiste nel creare nella propria mente immagini in cui ci si vede già in possesso di ciò che si desidera.
Quanto più le immagini saranno vivide e ricche di dettagli, tanto più potenti saranno le sensazioni generate e inviate all’Universo sotto forma di frequenze e che la Legge di Attrazione materializzerà in esperienze aventi la medesima frequenza.
Tale meccanismo è possibile perché il subconscio non distingue tra fatti reali e fatti immaginati; questi ultimi, spesso, provocano emozioni anche più forti di quelli realmente accaduti. Quindi, se ci si concentra con constanza nel visualizzare la realtà desiderata, sarà possibile plasmare la realtà per renderla esattamente come la si desidera.

Il potere del pensiero e della visualizzazione fu dimostrato scientificamente nel 1980 dal dottor Charles Garfield, ex ricercatore della NASA, il quale, in vista delle Olimpiadi di New York, suddivise alcuni atleti di altissimo livello in quattro gruppi.

Quelli appartenenti al primo gruppo si allenarono al 100% fisicamente, gli altri progressivamente meno fisicamente e più mentalmente. Gli atleti che ebbero maggior successo alle Olimpiadi furono quelli del gruppo che si era allenato dando maggior importanza agli aspetti mentali.

Perché la Legge di Attrazione non sempre funziona

Quando qualcosa che si desidera ci mette tanto ad arrivare può derivare da diverse ragioni; prima fra tutte che siamo più concentrati sull’assenza che non sulla presenza di ciò che vogliamo.

In quel caso sarà necessario distogliere l’attenzione dall’esistente per dirigerla sul desiderio agognato: più ci pensiamo e ne parliamo, più velocemente si realizzerà.
Un’altra ragione può essere che alcune resistenze inconsce ostacolano la realizzazione dei nostri desideri. Si tratta di credenze limitanti (ad esempio, “sono un incapace”, “i ricchi sono tutti disonesti”) che ci sono state inculcate sin dall’infanzia e che ora ci impediscono di realizzare i nostri sogni.
Lasciate andare quei pensieri limitanti, ricordandovi che come non vi sono serviti in passato, altrettanto faranno in futuro.

In conclusione, quando si impara a conoscere e a padroneggiare la Legge di Attrazione, si diventa i fautori della propria esistenza, e non più delle vittime in balia di circostanze indesiderate.
Una volta compreso che tutto ciò a cui rivolgiamo maggiormente la nostra attenzione nel presente diventerà il nostro futuro, siamo già a buon punto per migliorare la nostra esistenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here