L’innamoramento è una fase fisiologica nella vita delle persone, e chiedersi perché ci si innamora è normalissimo, soprattutto nel momento esatto in cui sta avvenendo.
Perché mi sono innamorato di lui o di lei? Che cosa ha colpito la mia attenzione?
Bisogna innanzitutto dire che l’innamoramento è un complesso di fattori che ci portano ad essere sospinti irrimediabilmente verso un’altra persona, indipendentemente dal suo genere, dalla sua etnia o religione, dalla sua condizione sociale e dal motivo per cui ci siamo incontrati.

L’innamoramento ha sicuramente una componente razionale, ovvero alcuni concetti di base che possono essere certamente riconducibili ad ogni umano: andare d’accordo ed avere una compatibilità caratteriale, ad esempio, può essere fonte di innamoramento per chiunque.

Allo stesso modo avere valori ed interessi comuni, come la voglia di continuare a vivere come eterni giovani per tutta la vita, o al contrario la voglia di mettere su famiglia, sono dei pilastri fondamentali per far nascere un amore, perché sicuramente, soprattutto in età adulta, si tende a cercare chi ha progetti simili ai nostri.
E allora perché spesso l’innamoramento subentra per persone assolutamente inaspettate, che sembrano non avere neanche n requisito a posto per piacerci?

Perché ci sono delle questioni imponderabili per le quali ci si innamora: una di esse è la questione chimica.

Alcuni ormoni sprigionati da una persona, alcuni odori o sensazioni che abbiamo su di essa, possono passarci accanto in modo totalmente indifferente. Possiamo, così, trovare quella persona interessante e simpatica, ma non ce ne innamoriamo.
Al contrario, alcune molecole della pelle, dell’odore di alcune persone, colpiscono i nostri sensi in modo molto più forte e più penetrante, e fin dai primi minuti a fianco di quella persona sentiamo che non potremmo farne più a meno.

A questi eventi non c’è una vera e propria spiegazione scientifica, e non si può neanche risolvere tutto in modo semplicistico tramite la spiegazione del colpo di fulmine, perché alcuni amori ci mettono effettivamente mesi e anni a sbocciare: si potrebbe, piuttosto, azzardare la definizione di “propensione naturale”, ovvero feeling inspiegabile e naturale che abbiamo con quella persona e non con altre, che poi con impegno e con la scoperta della compatibilità caratteriale e della convergenza di valori può diventare anche amore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here