il 24 dicembre cosa si festeggia e perché

24 dicembreIl 24 Dicembre è da sempre conosciuto come il giorno della Vigilia di Natale, che precede quindi, il giorno di Natale che viene considerata una delle festività cristiane più importanti e attese.

La Vigilia di Natale fa parte della tradizione occidentale e ha un grande valore simbolico, in quanto proprio in quella notte si celebra la nascita di Gesù.
Alla mezzanotte del 24 Dicembre, infatti, si festeggia la venuta al Mondo di Gesù in una grotta di Betlemme nella Giudea.
Proprio secondo il vangelo, durante quella notte una stella cometa guidò i Re Magi, provenienti dall’Oriente, verso la grotta dove stava avvenendo la nascita di Gesù e, capendo la sua importanza, i tre uomini gli lasciarono tre doni diversi e importanti: oro, mirra e incenso.

Per tutti i fedeli cristiani, la notte del 24 Dicembre rappresenta proprio la notte di passaggio durante la quale Dio diventa uomo ed entra proprio a far parte della storia dell’umanità, la notte durante la quale avviene questo miracolo della nascita di Gesù.

E durante la sera del 24 Dicembre si apportano le ultime modifiche al presepio e si attende con ansia ed emozione la messa di mezzanotte che celebra la venuta al mondo di Gesù.
E, non a caso, il primo gesto che si compie non appena scatta la mezzanotte, è quello di mettere la statuina del bambino Gesù nel presepe.

La Vigilia di Natale risulta anche essere l’ultimo giorno dell’Avvento, per quanto riguarda l’anno liturgico della Chiesa, e viene considerato anche l’ultimo, dei nove giorni, della Novena di Natale.
C’è chi, durante la sera della Vigilia festeggia con la Veglia, stando quindi svegli tutta la notte pregando fino all’alba del giorno di Natale.

E’ una festa molto sentita per quanto riguarda i fedeli, viene considerata importante quasi quanto il giorno di Natale stesso, che è la festa per eccellenza.
Viene infatti vissuta come una festa preparatoria, in attesa del miracolo che avverrà proprio durante quella notte.
Per questo motivo, tanti, preferiscono celebrarla in Chiesa, pregando in modo da poter festeggiare poi tutti insieme.
Si crea un’atmosfera unica, che riempie il cuore ed è in grado di coinvolgere tutti quanti.
I cristiani tengono molto, infatti, alla celebrazione di questa giornata che li prepara poi alla festa del giorno dopo.
E’ una festa cristiana, ormai entrata a far arte della nostra tradizione, che si celebra da diversi secoli.

La Vigilia di Natale però, viene percepita anche dai non credenti, in quanto ormai è divenuta anche une festività pagana.
La Vigilia, celebrata in modo pagano, è caratterizzata da una grande cena in famiglia e con amici e dallo scambio di regali non appena scatta la mezzanotte e, per i più piccini, dall’arrivo d Babbo Natale che consegna loro tutti i regali che hanno precedentemente richiesto.
Questa usanza però, non è diffusa in tutto il Mondo ma appartiene più che altro alla tradizione italiana.
Nel Regno Unito, in Australia, e nel Nord America, per esempio, più che organizzare una cena per la Vigila di Natale, si organizza una grandissima cena per la sera di Natale.
Anche in Italia, però ci sono delle eccezioni: in alcune zone, infatti, si preferisce organizzare il pranzo di Natale ignorando del tutto la cena della Vigilia.
Anche se è molto più diffuso il famoso Cenone della Vigilia di Natale.

Ci si prepara tanto per la Vigilia di Natale, si organizzano grandi menù e si comprano tanti dolci tipici di Natale.
E’ una festa ormai legata alla tradizione italiana, tant’è che durante quel giorno tutti i negozi chiudono prima e c’è una certa eccitazione nell’aria.

Per chi non è credente, la Vigilia di Natale, così come il giorno di Natale stesso, sono ormai più delle scuse per poter passare una bella giornata in famiglia e con amici stando in allegria e ricevendo e donando dei regali.

Si parla anche spesso del fatto che, ormai, questa sia divenuta più che altro una festa a fini commerciali dimenticando del tutto il suo vero significato, ovvero quello legato alla religione cristiana.
Ci sono spesso delle varie discussioni sul vero significato di questa festa e se sia corretto o meno celebrarla in un certo modo e pubblicizzarla così tanto attraverso i mezzi di comunicazioni e le pubblicità.

I tempi sono cambiati e la pubblicizzazione di questa festa è divenuta ormai un qualcosa di normale, ma si cerca comunque ed in ogni modo di non perdere di vista il motivo per il quale si festeggi veramente la Vigilia di Natale e la sua grande importanza nella vita della gente.