Perché a pasqua si mangia l’agnello?

Il pranzo di Pasqua è un vero e proprio must e a tutti, almeno una volta nella vita, è capitato di fare i conti con questa prelibata pietanza. Ma perché a Pasqua si ha l’abitudine di mangiare l’agnello? Questa tradizione deriva dalla cosiddetta Pesach che, tradotta in italiano, significa Pasqua ebraica.

Proprio l’agnello è una delle pietanze più importanti di questa festività ebraica. Entrando più nello specifico, l’agnello è legato all’annunciazione fatta da Dio agli israeliani in merito alla liberazione della schiavitù.

Le parole pronunciate da Dio spiegavano che la notte egli sarebbe passato attraverso l’Egitto e che avrebbe colpito qualsiasi primogenito egiziano, sia umano che animale.

Ovviamente, gli agnelli erano compresi in tale sacrificio. Inoltre, ordinò agli israeliani di segnare le loro porte proprio con del sangue d’agnello in modo tale da consentirgli di riconoscere le abitazioni in cui avrebbe dovuto mettere in atto il castigo da quelle in cui, invece, vivevano le famiglie israeliane.

Un altro aspetto molto interessante di cui tenere conto in merito a tale tradizione riguarda il fatto che nel passato veniva tramandato un comandamento proprio relativo alla Pasqua ebraica secondo il quale era necessario sacrificare, appunto, un agnello il quattordicesimo giorno del mese Nisan.

Inoltre, l’animale doveva essere mangiato proprio la stessa notte. Sacrificio di Pesach: è questo il nome di una tradizione che, di sicuro, ha molto a che vedere con la pietanza tipica della Pasqua.

In buona sostanza, quella di mangiare l’agnello in occasione del pranzo di Pasqua è una tradizione legata alla religione ebraica che, nel corso del tempo, si è estesa anche ad altre confessioni come ad esempio quella cattolica e, addirittura, nel corso del tempo è diventata una pratica decisamente usuale anche per i non credenti.

Una cosa è certa: nella religione ebraica l’agnello rappresenta il sacrificio ma, allo stesso tempo, è anche simbolo di salvezza. Studiando in maniera molto più approfondita i retaggi di questa tradizione, è difficile, poi, non cogliere il legame che vi è tra le religioni monoteiste più importanti della nostra storia.

Esse, infatti, sono tutte legate e, proprio per tale ragione, in alcuni casi, sono accomunate da tradizioni come quella dell’agnello durante il pranzo di Pasqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *