Perchè escono le emorroidi?

Le emorroidi sono delle strutture vascolari che si trovano nella zona rettale, con la funzione di riuscire a controllare l’evacuazione delle feci, dei liquidi e dei gas.

Quando si ingrossano troppo le vene che si trovano nei vasi sanguigni, le emorroidi tendono a indurirsi e provocano forti dolori.
Tra le cause delle emorroidi troviamo la naturale propensione delle vene a dilatarsi e a restringersi, dovuta alla pressione esercitata dal sangue.

Solitamente la dilatazione non provoca problemi, ma in presenza di fattori come l’obesità o la stitichezza si può protrarre nel tempo e ripetere in più occasioni fino a degenerare e causare il dolore di cui parlavamo.

Spesso la malattia è dovuta alla debolezza delle pareti dei vasi sanguigni, specie nella zona vicina all’ano.

Per le donne una delle cause maggiori è il periodo della gravidanza, ma se escludiamo questa causa, solitamente le persone più colpite sono i maschi adulti.

In gravidanza i fattori scatenanti sono rappresentati dai cambiamenti ormonali e dalla pressione del feto sulla zona del ventre.

Un regime alimentare disordinato, una dieta povera di fibre, un uso frequente di spezie o cibi molto piccanti, l’abuso di vino e alcolici, oppure di cioccolata provocano in prima istanza la stitichezza.

Come detto prima la stitichezza, a lungo andare, facilita la dilatazione e l’indurimento delle emorroidi.

Tra le cause vengono incluse anche il fare poca o nessuna attività fisica, lo stare in posizione seduta per prolungati periodi di tempo e la tosse cronica.

Anche fare alcuni tipi di sport può provocare l’ingrossamento delle emorroidi: il ciclismo, l’equitazione, il motociclismo a causa del fatto che si sta seduti per molto tempo e si è soggetti a vibrazioni continue, il sollevamento pesi per via del fatto che viene esercitata una considerevole pressione nella parte finale dell’addome nel momento di massimo sforzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *