Perchè fanno male le gambe?

Il dolore alle gambe è un sintomo niente affatto raro. Ma a che cosa è legato e, soprattutto, chi colpisce?

In merito al dolore alle gambe, è necessario fare presente che si tratta di un disturbo che, nella maggior parte dei casi, vede protagoniste le donne che per lavoro sono costrette a stare molto in piedi o, al contrario, a trascorrere molto tempo sedute.

In molti casi, il dolore alle gambe viene erroneamente sottovalutato.

Indagare in merito al dolore alle gambe e cercare di capirne le cause, infatti, potrebbe essere il metodo migliore per risolvere il problema in maniera radicale. In merito, è necessario fare presente che questo fastidio può derivare da diversi tipi di patologie.

Per individuare il motivo per il quale fanno male le gambe è necessario individuare la provenienza esatta del dolore.

Un dolore al ginocchio, ad esempio, è decisamente molto diverso da un dolore al polpaccio o, addirittura, da un dolore ad una coscia.

In ogni caso, vediamo di scendere più nel dettaglio e di scoprire quali possono essere le cause più comuni dei dolori alle gambe.

Nel caso in cui le gambe dovessero far male mentre ci si muove e il dolore dovesse scomparire a riposo, si potrebbe ipotizzare una arteriopatia periferica.

Quando le gambe, oltre ad essere doloranti, tendono anche a gonfiarsi, l’ipotesi più accreditata potrebbe essere quella delle vene varicose. In alcuni casi, questo disturbo potrebbe essere accompagnato anche da un fastidioso prurito.

E se la gamba dolente fosse solo una? Quando a fare male è un solo arto, il rischio di una trombosi potrebbe essere concreto. I sintomi, oltre al dolore, sono il gonfiore ed il surriscaldamento della parte interessata.

Infine, il dolore alle gambe potrebbe essere legata all’artrite, una patologia che, in genere, colpisce le giunture. Nell’eventualità in cui si dovesse trattare di artrite, il dolore dovrebbe essere persistente sia quando si è in movimento che quando si riposa.

Quando si è alle prese con un dolore forte e persistente alle gambe, comunque, è sempre preferibile recarsi dal proprio medico di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *