Perché gli asciugamani puzzano?

Capita più spesso di quanto si creda che la biancheria, come asciugamani e teli da bagno, emani cattivo odore, non solo nel momento in cui esce dalla lavatrice, ma anche dopo essere stata asciugata.

Questo può dipendere da diverse circostanze, che alla fine però trovano un comune denominatore nella formazione della muffa che si forma sugli asciugamani.
La muffa si produce attraverso le spore di funghi pluricellulari, e in alcuni casi può coprire completamente le superfici con una sorta di tessuto che a prima vista ha una consistenza spugnosa, fomato da miceli.
I motivi per i quali la muffa si forma sono essenzialmente umido e calore, i microorganismi che la compongono beneficiano particolarmente di queste situazioni, il loro proliferare produce il classico odore pungente che possiamo trovare spesso sugli asciugamani, ma anche sui canovacci da cucina.

Quando esponiamo gli asciugamani alle particolari condizioni di umidità e di caldo prepariamo il terreno di coltura per questi funghi, quindi non stenderli una volta utilizzati ad asciugare, oppure riporli in armadi e contenitori quando non sono perfettamente asciutti, o anche lasciarli in lavatrice più tempo del dovuto provoca l’insorgere della muffa e del cattivo odore.
Le spore dei funghi apparentemente non provocano danni all’uomo, anche se in realtà attecchendo ad esempio alle pareti degli ambienti umidi e caldi, possono provocare allergie anche gravi sui soggetti più predisposti a causa di una deficienza del sistema immunitario.

Vi sono inoltre casi limite come quello dello Stachybotrys, dalle cui spore viene prodotta una tossina talmente potente da provocare lesioni ai polmoni e infezioni alle prime vie aeree, soprattutto nei bimbi il cui sistema immunitario molto giovane non riesce a combattere efficacemente l’aggressione esterna.

Tornando però al cattivo odore sugli asciugamani provocato dalla muffa, bastano alcune semplici regole e buone abitudini per sconfiggere il problema in maniera definitiva, che sono facilmente applicabili:

  • Lavare gli asciugamani in acqua calda con in aggiunta una tazza di aceto di mele
  • Non utilizzare troppe sostanze chimiche come gli ammorbidenti che non aiutano contro i cattivi odori
  • Se possibile una volta lavati stendete gli asciugamani ad asciugare al sole, il caldo e la luce sono alleati potenti contro le muffe
  • Stendere gli asciugamani ad asciugare una volta utilizzati per eliminare la possibilità che rimangano umidi e quindi possano cominciare a emanare cattivo odore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *