Perché l’Italia ha la maglia azzurra?

L’Italia ha sicuramente nel calcio lo sport più seguito a livello nazionale.

Ad unire ancor di più il popolo italiano c’è la Nazionale di calcio che quando gioca fa sentire tutti più legati.

Molti si chiedono il perché del colore azzurro della squadra di calcio nazionale, oltre a tutte le altre discipline sportive.

Un colore che non è stato scelto a caso e che trae la sua origine dalla famiglia dei Savoia, ovvero la dinastia regnante in Italia.

L’azzurro tipico delle maglie dell’Italia, infatti, riprende precisamente il colore della Casa Savoia e che ha una tradizione che risale al lontano 1360.

Inizialmente la Nazionale aveva una maglia color bianco con un evidente tricolore sul petto, ma col tempo fu deciso questo colore per dare onore alla famiglia che per decenni ha governato in Italia.

Il 6 gennaio del 1911 la maglia azzurra è diventata quella ufficialmente rappresentante la divisa della Nazionale, non solo di calcio ma anche di tutte le varie discipline sportive.

Molti pensavano che il colore azzurro fosse stato scelto per via dell’imitazione del blu francese o anche per rimandare agli splendidi mari presenti nel Belpaese.

Niente di tutto ciò.

La maglia azzurra ha preso piede, con il passare degli anni, in tutti gli sport, anche se all’inizio non fu semplice l’adattamento a questo colore.

Il passaggio da una maglia evidentemente patriottica ad una che rimandasse ad un altro colore non fu molto semplice: durante gli anni del fascismo ci fu anche un fascio littorio che comparve sulla divisa della Nazionale di calcio.

Ad oggi il colore universalmente riconosciuto per le squadre nazionali è comunque l’azzurro anche se non sono da dimenticare alcune celebri eccezioni. Una su tutte fu la maglia nera imposta da Mussolini e che durante l’epoca del fascismo vide la Nazionale di calcio scendere in campo con questa divisa.

L’esordio della maglia azzurra avvenne con la Nazionale maggiore di calcio e fu precisamente nel 1911 quando all’Arena di Milano si giocò un incontro tra l’Italia e l’Ungheria.

La divisa bianca che fino ad allora era la prima divisa, è divenuta col passare del tempo la seconda maglia della Nazionale di calcio e di tutte le altre discipline che hanno l’azzurro come primo colore rappresentativo nelle competizioni internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *