si avvicina il natale

Si avvicina il Natale, e in tutte le città e i paesi il clima di festa sta prendendo sempre più vita. Con l’approssimarsi del 25 dicembre, infatti, è sufficiente passeggiare per strada per rendersi conto di come l’atmosfera cambi, di come colori e luci contribuiscano a trasformare l’animo delle persone. E in questo senso, gli eventi collaterali alla festa rappresentano una realtà importante: non solo la posa di led e lucernari come arredamento per strade o negozi, ma anche un semplice disegno realizzato a scuola dai bambini danno il senso della gioia prodotta dall’evento.

si avvicina il nataleAl di là delle previsioni solitamente pessimistiche, insomma, non è vero che il Natale costituisce unicamente una celebrazione dello spreco, dello sfarzo e del consumo, ma può essere identificato, anche per i non credenti, come un momento di rinascita: un momento, insomma, per riflettere su quel che abbiamo fatto e su quel che avremmo potuto fare, su quel che non abbiamo fatto e su quel che non avremmo dovuto fare, rispettando amici e parenti. Insomma, si avvicina il Natale e forse giunge il momento di adeguare i propri comportamenti ai buoni propositi, convertendo le tendenze negative in tendenze positive, e agendo in maniera da trainare anche la gente attorno a noi, le persone che ci circondano, per dimostrare che con sacrifici e gioia di stare insieme si può arrivare lontano stando vicini.

Perché, se è vero che per costruire ci vuole molto tempo, è altrettanto vero che per distruggere è sufficiente un secondo.

Si avvicina il Natale, allora, e forse per qualche istante, qualche ora o qualche giorno lo stress, la vita frenetica, i mille problemi che quotidianamente ci deprimono e opprimono dovrebbero essere messi da parte: al bando, insomma, la voglia di essere sempre e costantemente in competizione con l’unico fine di cercare un benessere esclusivo ed egoistico, al bando il desiderio di prevaricare le altre persone.

Cerchiamo, in corrispondenza della festività di dicembre, di recuperare sguardi, carezze e sorrisi, non necessariamente reali e concreti ma anche semplicemente metaforici. Quando si sostiene che ormai il Natale è una corsa al consumismo, si sbaglia, anche se non completamente: perché è vero che i regali rappresentano, fino in fondo, tale consumismo, ma d’altra parte i regali sono la dimostrazione che pensiamo alle altre persone, che vogliamo donare loro qualcosa, un simbolo, un oggetto, nella speranza di farle contente.

E allora, si avvicina il Natale, e senza falsità e ipocrisie è anche il momento di pensare ai nuovi regali da fare alle persone cui vogliamo bene.

Senza spendere troppi soldi se non possiamo permettercelo, senza impazzire per andare in cerca di un regalo particolarmente originale solo per non sfigurare davanti a quel che hanno comprato gli altri: è sufficiente acquistare con il cuore e con il cervello, semplicemente pensando a cosa il destinatario potrà gradire.

Ma il Natale non è solo regali: è anche un insieme di tradizioni, come il presepe e l’albero, che ormai hanno coinvolto ed entusiasmato anche i non credenti.

Realizzare il presepe insieme ai propri figli, permettendo loro di disporre le statuine come meglio preferiscono, costituirà un momento di gioia e condivisione da ripetere ogni anno; e al tempo stesso decorare l’albero di Natale con palline, ornamenti, piccoli pupazzi e, perché no, anche dolci e caramelle, si rivelerà divertente e gradevole.

Infine, qualche decorazione posizionata nei diversi punti della casa, inclusa la porta d’ingresso, un centro-tavola rosso e un po’ di sano spirito di condivisione permetteranno al Natale di entrare nelle case di ciascuno. Senza dimenticare, naturalmente, la cena della vigilia e il pranzo del 25: occasioni in cui ci si potrà dedicare alla cucina, tra antipasti, primi, secondi e dolci, lasciando libero sfogo alla propria creatività tra i fornelli, pensando ai gusti dei nostri ospiti, e mettendo in mostra tutte le proprie capacità.

Si avvicina il Natale, e un moto di gioia pervade l’animo della persone.

3 Comments

  1. sandratosi@gmail.com Ott 28, 2012
    • Lori Ott 29, 2012
      • sandratosi@gmail.com Ott 29, 2012

Add Comment